Scanning the tattoo on Baudelaire’s

*ABOUTNESS* contemporary art presenta Angelo Demitri Morandini, Trento
1975, filosofo e informatico.
Il Baudelaire di Nadar che appare tatuato in immagini digitali di grande
formato e una installazione video che replica suoni da saturazioni di
colore/rumori visivi sono costruiti a partire da un principio di analisi
della relazione tra immagine/visione/codice digitale e linguaggio
umano/altro che umano/risonanza, nei termini della
interferenza/deviazione/devianza/varianza/scarto rispetto alla media nella
percezione. Quello che ci interessa normalmente.

*I tatuaggi di Baudelaire*, stampe fine art alterate con tecnica
stenografica

*La voce di Red*, vetro+magnete+rame+cavo audio+video programma sviluppato


TitoloScanning the tattoo on Baudelaire’s Anno2013CuratoreVallebonaLuogoGenovaDimensioni1,5m x 1,8 stampa fine art su dibond

Privacy Preference Center